smartphone e tumore al cervello

Sotto accusa: Smartphone e Tumore al cervello

Vinta la causa che sentenzia contro l’uso prolungato di Smartphone e tumore al cervello. Quanti minuti durano le tue telefonate di lavoro?

Notizia di questi giorni è che il Tar di Ivrea ha accertato con una sentenza il nesso di causa tra tumore ed uso prolungato dei telefonini senza gli auricolari.

Lo “scoprono” sempre dopo: la storia si ripete

Le cause intentate contro le case produttrici che non hanno dovutamente avvisato i propri clienti hanno riacceso il dibattito  sul nesso fra Smartphone e tumore al cervello. Si sta cioè ripetendo storicamente quello che negli anni ’60 capitò con le sigarette.

Sigarette, Smartphone e tumore al cervello

All’epoca le pubblicità pilotate dicevano che il fumo di tabacco fosse innocuo e per convincere i propri ignari clienti, sui manifesti stradali raffiguravano un medico mentre fumava contento le sue “innocue sigarette” preferite.

L’intera società americana insorse e le fecero poi eco (come fanalino di coda) influenti esponenti  della medicina ufficiale che fino ad allora si interessarono solo ad intascare ingenti somme di denaro.

Guarda il video: un medico che invita a fumare!

Anche quello che vedrai nel seguente video è raccapricciante. Non bastavano i manifesti, pensarono bene di entrare fin dentro le case delle persone più umili che allora non avevano certo internet per difendersi da questo osceno e spudorato lavaggio del cervello.

Si bevvero tutti una serie di fuorvianti panzane a mezzo di pubblicità che pilotarono la società di allora (cioè quelli che ci hanno poi trasferito il loro DNA corrotto dal fumo) verso una miriade di disturbi che variavano fra tumori, ipertensione e disturbi cardiaci.

Il nesso tra telefonini e cancro al cervello

Secondo un ricercatore, la colpa  è l’emissione di un fotone di tipo onde gamma molto piccolo.  Il telefonino è uno strumento di cui tutti purtroppo nel bene o nel male abbiamo bisogno e da lì nasce la voglia di trovare una soluzione a questo problema gravissimo.

E’ un problema che tanti conoscono e nessuno ne parla. Il produttore della compagnia dei telefonini ve lo ha scritto in tutti i fogli di istruzione ma nessuno legge queste avvertenze. Adesso fatelo, andate a rileggerlo.  C’è scritto chiaramente in quasi tutte le confezioni appena comprate, di tenere il telefono a vari cm di distanza dal corpo! 

Non in mano.  Quasi che fosse uno strumento da usarsi solo in emergenze sporadiche.  Ma perché?

lorenzo naldi naturopata napoliLe informazioni che seguono sono molto importanti, e vanno condivise velocemente il più possibile. Usa a questo scopo i seguenti bottoni social, cliccaci sopra e dillo a tutti.

 

Perché questa strana avvertenza nel foglietto delle istruzioni?

telefonini e cancro al cervello perchè capita

I produttori lo sanno molto bene, questo fenomeno che loro conoscono e che noi abbiamo seguito,  consiste in un’emissione pericolosa. Un fotone di tipo gamma molto piccolo viene emesso dallo smartphone durante le conversazioni e colpisce i tessuti del nostro orecchio. Il telefonino essendo così utilizzato (a contatto ravvicinato con i tessuti umani), può creare un serio problema:  un danno biologico al DNA.

La fregatura e l’inghippo giuridico

Parliamo di danno biologico al DNA non di danno sanitario, quindi non parliamo di tumore nell’immediato e quindi subito dimostrato e perseguibile, ma di un silente e progressivo danno biologico cellulare al DNA. Questo non fa nascere subito un tumore, ma si trasforma in una tossina che corromperà  i tessuti.

Ecco che si avvia così  il macabro sistema d’innesco del cancro (eziologia). Questo è ancora un segreto che si tengono ben stretti. Produttori e consulenti dovrebbero piuttosto vuotare il sacco e non ripetere il vergognoso scandalo delle sigarette citato prima chiarendolo nel foglietto di istruzioni dello smartphone.

E’ vero, nessuno può oggi tarare nei dettagli questo innesco, perché non esistono ancora strumenti per misurarlo, ma concettualmente gli si riconosce la logica dannosità. Ecco perché scrivono sui foglietti di istruzioni:  “tenere lontano dal corpo”! E come lo dobbiamo mantenere con le pinze?

Ma ci prendono in giro?

Ecco spiegato perché c’è questa incertezza di giudizio quando si intentano cause penali del tipo class-action! Perché questo fenomeno dannosissimo dopo che colpisce i nostri tessuti non lascia tracce. Nel tempo questo silente attore cancerogeno il più delle colte la farà franca.

Sentenza shock: un video dice tutto!

Ti piace questo blog? Dillo ad altri!
Vota e condividi nei social
[Total: 0 Average: 0]
Sentenza del TAR, Smartphone e tumore al cervello sono collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error

Se ti piace condividi su

https://www.instagram.com/naturopata_napoli/