Reflusso gastroesofageo o gastricoGERD MRGE

Soffri di reflusso gastrico? Se vuoi, potresti ridurlo fino a farlo scomparire, dipende molto dalla tua volontà nel modificare alcune piccole abitudini.

Cos’è il reflusso gastroesofageo? Perché mi capita?

Il reflusso gastroesofageo chiamato anche con la sigla GERD (in inglese Gastro Esophageal Reflux Disease), è caratterizzato dalla presenza di troppo acido nel posto sbagliato, l’esofago; e ciò causa una serie di sintomi e anche di lesioni dell’esofago.

 Nei soggetti che soffrono di Reflusso , il contenuto acido dello stomaco tende a rifluire nell’esofago. Le cause possono essere diverse. Una di esse e l’anomalo funzionamento di una piccola valvola, posta tra esofago e stomaco, chiamata cardias.

 In condizioni di normalità il cardias agisce come valvola a senso unico, impedendo al contenuto dello stomaco di tornare nell’esofago. se il cardias non funziona bene, si rilassa, permettendo al contenuto gastrico dire fluire dell’esofago.

cardias e piloro nel reflusso gastroesofageo 

Cause comuni del reflusso gastrico

Al suo malfunzionamento possono contribuire cattive abitudini di vita, come fumo o consumo eccessivo di caffè, alcuni farmaci, come ad esempio i calcio-antagonisti.

Un’altra causa è rappresentata dal rallentamento dello svuotamento gastrico (digestione nello stomaco appesantita e prolungata oltre il dovuto nel tempo, un passaggio del cibo dallo stomaco all’intestino troppo lungo), dovuta ad uno stomaco troppo pieno oppure ad alimenti particolari (ad esempio grassi e cioccolato).

 Consigli pratici e rimedi naturali

  • E’ bene evitare alimenti pesanti, non assumere grandi quantità di cibo in un unico pasto, e cucinare nel modo più semplice possibile uno o due tipologie di alimenti per pasto.
  • E’ bene non mischiare sostanze acide con basiche, carboidrati con proteine, e assumere frutta lontano dal pasto (preferibilmente almeno un’ora prima). Individuare i cibi che aumentano il disturbo ed eliminarli per un certo periodo di tempo.

ragazza e cibo spazzatura fast food

  • Aiutare la peristalsi intestinale con fiocchi di avena, semi di lino e di psillio.
  • Utilizzare in cucina spezie come curcuma, cumino, finocchio e cardi, riducono i gas che facilitano la digestione.
  • Bere una bona quantità di acqua lontano dai pasti.

 

Quali punti e zone trattare: riflessologia plantare

eseguire un massaggio completo non solo delle aree riflesse del sistema digestivo (fegato, cistifellea, milza pancreas, stomaco, intestino e colon ), ma anche reni, surreni, tiroide, ipofisi.

 Insistere particolarmente sulla parte alta dello stomaco (cardias nel piede sinistro), in tonificazione o in dispersione a seconda del dolore provocato.

reflusso gastrico in riflessologia a napoli

Ti piace questo blog? Dillo ad altri!
Vota e condividi nei social
[Total: 2 Average: 3]
Riflessologia plantare: rimedi naturali per il Reflusso gastroesofageo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error

Se ti piace condividi su

https://www.instagram.com/naturopata_napoli/